VINO SENZA UVA

                                                                        

contro la tradizione vinicola 


                                                                                          

Ormai si fa di tutto, purtroppo anche il vino senza uva. Già da qualche anno alcuni esperti hanno creato in laboratorio una bevanda capace di imitare il gusto dei costosi vini delle più grandi annate, combinando composti aromatici con etanolo. I viticoltori sono insorti più volte per gridare allo scandalo e denunciare questa operazione. Ma l’Europa ha permesso la circolazione del prodotto.

                                                                                         

È chiaro che il vino sintetico stravolge la tradizione vinicola e mette in pericolo il made in Italy. La Coldiretti ha preso una dura posizione contro il vino sintetico e in una nota ha precisato: «Si tratta di una sconfitta per il settore vitivinicolo nazionale che danneggia i produttori e i consumatori e peraltro apre la strada a rischi di truffe e sofisticazioni come la cronaca recente ha dimostrato».

                                                                                             Un vino senza uva è un po’ come un cioccolato senza cacao.

                                                                                           

Sonia e Giacomo