SAUVIGNON BLANC: IL VITIGNO

                                                                          

dal sud della Francia al mondo intero

 

Az. Agr. Grassenis Sonia - Località Ronchi - Scanzorosciate (Bg)

 

 

Qualche utile informazione sul sauvignon bianco che abbiamo vendemmiato nel fine settimana.

                                                                                                 Il sauvignon è un vitigno a bacca bianca formalmente identificato come tale la prima volta in Francia nei vigenti di Graves nel 1736 e a Pouilly-sur-Loire nel 1783. Il nome sauvignon deriva dal francese sauvage, che significa selvaggio. Oggi in Francia la coltivazione del sauvignon si estende su un territorio di circa 14.000 ettari, di cui 6.000 nel Sud-Ovest (nella zona di Bordeaux) e altrettanti nella valle della Loira.

                                                                                            

Il vitigno del sauvignon blanc è molto diffuso anche in Italia e, in modo decrescente per importanza, negli Stati Uniti (in particolare in California), in Sud Africa, in Cile, in Australia e in Nuova Zelanda.

                                                                                               

L’estremità dei giovani rami del sauvignon sono stopposi, bianchi con bordi rossastri. Le giovani foglie hanno una leggera peluria e sono giallognole. Le foglie adulte presentano cinque lobi con insenature laterali strette e aguzze sul fondo e denti ogivali. I grappoli sono piuttosto compatti a forma alata e gli acini hanno un colore giallo dorato con qualche sfumatura di verde.

                                                                                           Sonia e Giacomo